:: Home Page del Centro di Medicina dei Viaggi della Divisione IL GIRO DEL MONDO

SC Malattie Infettive e Tropicali I, osp. Amedeo di Savoia, Torino SS Medicina dei Viaggi
App Mobile Il Giro del Mondo
App Mobile Il Giro del Mondo

Epatite B


Che cos'è?
L'epatite B è una malattia virale causata dal virus HBV, un virus a DNA. La malattia è ubiquitaria con aree di iperendemia in particolare nell’Africa sub-sahariana, in Medio Oriente, nel bacino delle Amazzoni e nel sud-est asiatico: vedi nella figura la prevalenza dell'antigene dell'epatite B (HBsAg) nella popolazione delle varie aree geografiche, da CDC - Travelers' Health,
http://wwwnc.cdc.gov/travel/pdf/yellowbook-2012-map-03-04-prevalence-chronic-infection-hepatitis-b.pdf

 


Qual è il rischio per i viaggiatori ?
Le principali modalità di trasmissione sono: la trasfusione di sangue non controllato e derivati ed i trapianti d’organo e tessuti, qualora non vengano rispettate le norme e le leggi che ne disciplinano l’impiego, rapporti sessuali non protetti (omo ed eterosessuali), lo scambio di siringhe infette; esiste infine la possibilità trasmissione verticale (da mamma a bambino); quest’ultima modalità è molto comune nelle aree dove l’HBV è endemico, mentre è virtualmente scongiurata nel nostro paese in quanto vengono effettuati controlli alle mamme prime del parto e, nel caso di positività il bambino può essere protetto con le immunoglobuline e la vaccinazione. Il rischio pertanto per i viaggiatori che non si espongono alle suddette modalità di trasmissione è da considerarsi nullo. Si deve ricordare tra le modalità di trasmissione anche l'uso di aghi contaminati utilizzati per tatuaggi, agopuntura o piercing: questa pratiche dovrebbero essere evitate qualora non si sia assolutamente certi della sterilità del materiale impiegato.

Come si manifesta la malattia?

La malattia si può manifestare in vario modo: da forme totalmente asintomatiche a forme anche gravi di epatite con ittero. L'incubazione è variabile tra gli 1 e i 6 mesi. L'esordio è aspecifico, con febbre e sintomi simil-influenzali. Compaiono quindi nausea, vomito, dolore in regione epatica, ittero, urine scure. In circa il 10% dei casi si può avere una cronicizazione della malattia (la percentuale aumenta in età infantile e nei soggetti immunodepressi). A sua volta l’epatite cronica, soprattutto se non ben controllata, può evolvere nel corso degli anni a forme di cirrosi ed epatocarcinoma.


Cosa si può fare?

Considerate le modalità di trasmissione indicate un comportamento prudente e l'impiego di quelle misure atte a prevenire il contatto con il virus (es. uso del preservativo in occasione dei rapporti sessuali con partner dei quali non sia nota la negatività per HBV) sono ampiamente sufficienti ad evitare la malattia. Si tenga presente che le stesse precauzioni devono essere adottate anche non nostro paese. Maggiori informazioni sono reperibili nelle pagine: MST_EMO-44.html ed emo-45.html .)
Esiste un
vaccino efficace e sicuro che induce una immunità anche duratura. E' consigliato per tutti coloro che si recano in aree ad alta endemicità e per tutti gli operatori sanitari. E’ anche disponibile un vaccino che associa virus A e B.


Top