:: Home Page del Centro di Medicina dei Viaggi della Divisione IL GIRO DEL MONDO

SC Malattie Infettive e Tropicali I, osp. Amedeo di Savoia, Torino SS Medicina dei Viaggi
ASL Città di Torino


2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017 2018 2019 2020 2021 2022
Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic

Notizie di Gen 2022
Fonte Malattia Paese Situazione e Protezione
WHO 01/01/2022 Africa
Nel 2021, nove paesi nella Regione Africana del WHO (Cameroon, Chad, Central African Republic (CAR), Côte d'Ivoire, the Democratic Republic of Congo (DRC), Ghana, Niger, Nigeria, and Republic of Congo) hanno riportato casi umani confermati in laboratorio di febbre gialla in aree ad alto rischio e con storia di trasmissione e di focolai di febbre gialla. Tali focolai stanno crescendo numericamente e necessitano di risposta urgente. Dall'inizio del 2021 al 20 dicembre, vi sono stati 300 casi probabili e 88 casi confermati in laboratorio di febbre gialla. Tra i casi probabili sono riportati 66 decessi da sei paesi (Ghana = 42; Cameroon = 8; Chad = 8; Nigeria = 4; Congo = 2; DRC = 2), il tasso medio di mortalità tra i casi probabili è 22%.
Ad ottobre e novembre 2021, focolai attivi sono stati riportati in Ghana e Chad ed è stato necessario richiedere supporto al Gruppo di Coordinamento Internazionale (ICG) per la fornitura dei vaccini, dalle scorte di emergenza globale di vaccino per la febbre gialla.
Tra i paesi colpiti alcuni hanno una situazione fragile, correlata a conflitti, accanto ad una bassa copertura vaccinale della popolazione. Inoltre vi sono gap o ritardi nell'investigazione dei casi sospetti, a causa della mancanza di sicurezza (Chad, Cameroon, CAR) o per la presenza di popolazioni nomadi, ciò crea danni alla salute pubblica e amplificazione della trasmissione della malattia.
La copertura vaccinale in queste regioni non è sufficiente a fornire l'immunità di gregge e prevenire i focolai. Le stime di WHO e UNICEF nel 2020 relative alla vaccinazione di routine della febbre gialla era del 44% nella Regione Africana, molto inferiore alla soglia dell'80% richiesta per conferire l'immunità di gregge. La copertura nazionale nei paesi che destano preoccupazione era in tutti sotto l'80% ad eccezione del Ghana (88%): Congo (69%), Cote D’Ivoire (69%), Niger (67%), Cameroon (57%), DRC (56%), Nigeria (54%), CAR (41%), and Chad (35%). Questi bassi tassi attestano la presenza di popolazioni suscettibili alla malattia e rischio di trasmissione continua.
I focolai si sono verificati in una vasta area geografica in Africa Centro-Occidentale e rappresentano segnali della riemergenza e dell'intensificazione della trasmissione della febbre gialla.
espandi la notizia
Raccomandazione